401 – Guido Spadolini

“Retrospettiva”

 

Inaugurazione – domenica 04 dicembre 2011

ore 11.00 – Centro espositivo Antonio Berti
Via Bernini, 57 – Sesto Fiorentino

04 dicembre 2011 – 22 gennaio 2011

Presentazione

“Alto Basso. Alla Soffitta e al Berti”. Cosi, con gli amici de “La Soffitta”, abbiamo scelto un anno fa di intitolare questo nuovo evento che subito si e segnalato come un appuntamento centrale nell’agenda culturale della nostra citta. Nel 2010 il percorso artistico che per la prima Volta univa simbolicamente e fisicamente un luogo “alto” ed uno “basso” della nostra toponomastica cittadina – l’Unione Operaria di Colonnata e la tradizione artistica de “La Soffitta” con il Centro espositivo “Antonio Berti” – si e soffermato sull’opera incisoria e sull’arte vetraria di un grande maestro del XIX secolo, Sigfrido Bartolini. Quest’anno riprendiamo il filo del nostro itinerario attraverso l’opera, sorprendente, ancora poco nota al grande pubblico, del pittore ed incisore fiorentino Guido Spadolini. Padre di Giovanni, dell’architetto Pierluigi e del medico radiologo Paolo, il percorso di vita ed artistico di Guido Spadolini si avvia nel 1889, nel cuore del primo tormentato ventennio successivo all’Unita d’ltalia e si conclude sotto i bombardamenti della Seconda Guerra l\/londiale, l’11 marzo 1944, mentre prestava soccorso ai feriti in qualita di Capitano della Croce Rossa. La sua opera pittorica e la sua maestria grafica, figlie di una tradizione di raffigurazione del paesaggio toscano, sospeso fra Firenze e la costa livornese, che affonda le proprie radici nella grande lezione dei l\/lacchiaioli, e rimasta a lungo poco frequentata e si ripresenta oggi con il fascino dell’inedito quasi completo. Ancora una volta la chiave di volta su cui abbiamo inteso fondare una nuova iniziativa pubblica dedicata all’arte e’ stata la stretta azione di collaborazione fra istituzioni locali e mondo associativo. l\/la questo evento non sarebbe stato neppure pensabile se non vi fosse stata la preziosa collaborazione con la “Fondazione Spadolini Nuova Antologia”, che attraverso l’opera attenta e partecipe del suo Presidente Cosimo Ceccuti e quella di M. Donata Spadolini, si e adoperata non soltanto per il prestito delle opere, ma anche nella quotidiana e fattiva organizzazione della mostra. Nelle brevi note di saluto alla precedente edizione di “Alto-Basso” scrissi che proporre un nuovo evento in una congiuntura fortemente negativa per la cultura rappresentasse una sfida. Oggi, nel salutare questa seconda edizione, pur in un clima che si conferma avverso alla finanza pubblica, posso parlare di una sfida vinta. Grazie alla presenza attiva sul territorio de “La Soffitta”, grazie allo sforzo, ricercato con determinazione, di attrarre sostenitori dell’evento pubblici e privati, grazie allo spirito di collaborazione di un importante partner fiorentino, la “Fondazione Spadolini Nuova Antologia” e grazie ai molti che, mi auguro, ancora una volta verranno a visitare la mostra.

Gianni Giamassi
Sindaco di Sesto Fiorentino

 

Lascia una risposta